Aspetti significativi dell'Ayurveda -

Vai ai contenuti

Menu principale:

Aspetti significativi dell'Ayurveda

Ayurveda





L’Ayurveda ha i seguenti aspetti significativi, da comprendere in modo appropriato al fine di stimarne il valore:

Approccio olistico


L’Ayurveda è una scienza che considera la vita in modo olistico. Ogni parte che costituisce il fisico, per funzionare in modo corretto, è correlata da altre. Anche il funzionamento del corpo comprende una stretta relazione con la mente e con l’anima (spirito) dell’individuo. Dunque per mantenere la salute, il corpo deve essere libero dalla malattia, la mente deve essere felice e la persona deve essere spiritualmente elevata. Per correggere le malattie che si manifestano in qualsiasi parte del corpo, il medico esamina e tratta l’intero corpo e la mente, compreso lo spirito. E’ per tale ragione che, per la conservazione della salute positiva e della prevenzione, oltre che per la cura delle malattie, insieme al cibo ed alle medicine viene anche prescritto di seguire diversi codici di condotta e rituali religiosi.

Concetto psico-somatico di salute e malattia


Secondo l’Ayurveda la mente non è un’entità astratta, ma una sostanza oggettiva che controlla le tre unità funzionali, o dosha, del corpo, e cioè vayu, pitta e kapa; questi dosha d’altra parte esercitano un pieno controllo sulla mente. Per esempio, farmaci come Brami (Herpestris monniera) ed ingredienti del cibo come il latte di mucca, oltre ai loro effetti sul fisico, ne hanno anche sulla mente, favorendo la memoria, l’intelletto e la saggezza. A causa di questo stretto legame tra fisico e mente, le malattie non sono mai esclusivamente fisiche o mentali; il loro trattamento richiede l’applicazione sia di terapie fisiche che mentali.

Il campo è più importante del seme


Nell’Ayurveda si imputa la causa di malattie come kushtha (ostinati disturbi di pelle, incluse le labbra) e hrdroga (disturbi cardiaci) a diverse categorie di germi e organismi. Ma tali organismi vengono considerati fattori causali di natura secondaria; il fattore primario è il disturbo dell’equilibrio dei tre dosha (i tre fattori che regolano le funzioni del corpo). Come i semi germinano solo quando sono seminati su una terra fertile e marciscono se la terra è arida, così i germi, per quanto virulenti possano essere, non riusciranno a moltiplicarsi ed a provocare una malattia se le componenti del corpo sono in uno stato di equilibrio. Le terapie ayurvediche non vengono prescritte allo scopo di distruggere l’organismo invasore, ma per ristabilire questo equilibrio per cui i germi invasori (i semi) trovino un’atmosfera ostile (il campo arido) per la loro sopravvivenza, ed alla fine siamo distrutti.

Uso di farmaci naturali


Nell’Ayurveda si fa uso terapeutico di farmaci d’origine vegetale e animale, nonché di metalli, minerali, pietre preziose e semi- preziose. Tutto ciò viene usato in forma naturale, oppure trattata allo scopo di estrarne l’essenza integrale o di renderla atossica, gradevole al palato, assimilabile e più potente in senso terapeutico. Alcune parti di questi farmaci, come alcaloidi, glucosi ed altri principi attivi non vengono estratti per uso terapeutico. Secondo l’Ayurveda ogni farmaco possiede delle parti terapeutiche utili che, se usate da sole, possono produrre un effetto tossico. Lo stesso farmaco contiene tuttavia altre parti che ne controbilanciano gli effetti nocivi. Perciò viene messo in rilievo l’uso dell’intero farmaco e non ne vengono usate parti isolate, né sintesi chimiche.

Natura atossica


In medicina vengono usati ingredienti tossici come l’aconito, il mercurio e l’arsenico. Tuttavia prima dell’uso questi ingredienti vengono trattati attraverso elaborate procedure, che sono prescritte nei testi ayurvedici. Sottoponendo i farmaci ayurvedici a tali trattamenti non solo ne viene eliminata la tossicità, ma essi sono resi anche più potenti ai fini terapeutici, per cui sono necessarie e vengono somministrate solo piccole dosi. I medici hanno usato regolarmente e costantemente queste ricette per migliaia di anni; ciò attesta in modo ovvio l’assenza di qualsiasi effetto tossico e di natura acuta, subacuta o cronica.

Ogni medicina è un tonico


Tutte le medicine ayurvediche, comprese quelle che altrimenti conterrebbero degli ingredienti tossici, come l’aconito e l’arsenico, sono ugualmente utili sia per i pazienti che per le persone sane. Nei primi comunque, le medicine, mentre curano la malattia, producono immunità contro eventuali attacchi futuri e perciò, invece di far insorgere effetti collaterali di natura tossica, producono effetti collaterali benefici; in soggetti sani, ridanno vitalità alle cellule corporee e stimolano il sistema immunitario; rinforzano anche la resistenza del corpo contro la malattia.


Importanza del concetto di salute in positivo


Lo scopo principale dell’Ayurveda è quello di mantenere la salute delle persone sane, prevenendo il manifestarsi delle malattie, conservando e promuovendo un concetto di salute positivo; il trattamento di malattie manifeste è un obiettivo secondario. Senza dubbio l’Ayurvda rappresenta un tesoro di ricette terapeutiche utili e comprovate nel tempo, che curano parecchie malattie ostinate ed altrimenti incurabili; i suoi precetti per conservare e promuovere la salute in positivo e per prevenire le malattie sono un dono per l’umanità sofferente.

Importanza della dieta


Nell’Ayurveda si dà considerevole importanza ad un dieta corretta per prevenire e curare le malattie. Se una persona segue una dieta e un regime di vita corretti, le medicine sono superflue, perché egli non cadrà vittima di malattie; se dovesse accadergli, il disturbo sarebbe curato con facilità. Se però una persona non segue una dieta e un regime di vita corretti, non sarà possibile curarlo nonostante le migliori medicine. Perciò i testi ayurvedici descrivono in dettaglio le proprietà dei vari ingredienti della dieta e delle bevande.

Interdipendenza di microcosmo e macrocosmo


Secondo l’Ayurveda l’individuo (microcosmo) è una replica dell’universo(macrocosmo). In maniera virtuale, ogni fenomeno dell’universo, o brahmanda, può essere trovato all’interno dell’individuo, o pinda, seppure in forma sottile. Quindi ogni azione dell’individuo a sua volta ha un impatto sull’ambiente e sull’universo. La relazione inter-cosmica, che è il vero e proprio fondamento dell’Ayurveda, è ulteriormente elaborata nel Tantra e nello Yoga. Di conseguenza, mediante varie pratiche logiche e recitazioni tantriche di mantra, una persona può controllare non solo il proprio corpo, mente ed anima, ma può altresì esercitare un controllo sui fenomeni dell’universo. L’atteggiamento del dottore verso i pazienti gioca in questo modo un ruolo vitale a beneficio di questi ultimi. Sono da considerarsi importanti, quindi, anche quelle parti dei testi ayurvedici che prescrivono al dottore vari codici di comportamento.

Approccio universale


Lo scopo e l’utilità dell’Ayurveda non si limita ad alcuna particolare comunità, né al alcun gruppo politico, geografico, economico o socio-culturale. I principi dell’Ayurveda sono utili per la gente appartenente a tutte le diverse parti del mondo. Secondo Caraka, la “Scienza della vita” non ha limitazioni. Perciò l’umiltà e l’instancabile operosità devono caratterizzare ogni tentativo e sforzo del dottore nell’acquisire conoscenza. Il mondo intero è composto di insegnanti per chi li sa riconoscere, e solo uno stupido vi trova dei nemici. Di conseguenza, secondo Caraka, una conoscenza che porta salute, longevità, fama ed eccellenza, anche se  proviene da una fonte non familiare (o nemica) dovrebbe essere ricevuta, assimilata ed utilizzata con onestà.
Questo approccio ayurvedico risulta evidente dalle descrizioni scientifiche che vengono date nei testi classici. Vengono descritti in dettaglio, con riferimenti alle loro proprietà terapeutiche, parecchi prodotti vegetali, animali e minerali che non sono presenti in India; vengono anche descritte le proprietà di diversi ingredienti di cibi e bevande che di norma non sono usati in India come la carne, specialmente di mucca. I principi dell’Ayurveda sono applicabili in ogni parte del mondo e le loro modalità d’uso possono essere modificate secondo le esigenze delle differenti regioni.


Torna ai contenuti | Torna al menu